Singing Love Birds

Singing Lovebirds (Oshidori Utagassen, 1939) di Makino Masahiro è il musical anteguerra che conta più rifacimenti. È una leggera storia romantica ambientata al tempo dei samurai, piena di energia, fascino e creatività. Il compositore Okubo Tokujiro e la star Dick Mine provengono dalla scena jazz di quegli anni, ma la colonna sonora è una mescolanza di diverse influenze, dai giapponesi jojuri e naniwabushi al tango e persino sonorità afro-cubane.

Visto che il film è considerato un classico del cinema, la produzione è stata sorprendentemente affrettata e confusa. Infatti, il film è stato girato durante una pausa nelle riprese di On the Road with Yaji and Kita (Yaji Kita Dochuki, 1939), resa necessaria dall’appendicite della star Kataoka Chiezo. La Nikkatsu ha incaricato Makino di utilizzare il suo talento, al momento inattivo, per girare un altro film.

Makino ha rapidamente messo insieme un copione, mentre Okubo Tokujiro ha aggiunto e riarrangiato le musiche. Utilizzando gli attori, il personale e persino i set del film interrotto, Makino ha iniziato immediatamente le riprese. Chiezo si è ripreso e pare abbia recitato le sue scene in sole due ore, mentre le riprese dell’intero film hanno richiesto poco più di due settimane in tutto.

Asai Reisaburo (Kataoka Chiezo) è un ronin (samurai senza padrone) in miseria, che si innamora di Oharu (Ichikawa Haruyo), la ragazza che vive nella nagaya (casa di appartamenti in affitto) a fianco. Reisaburo è corteggiato anche da Fujio (Fukamizu Fujiko) e dalla determinata Otomi (Hattori Tomiko), figlia di un mercante. Allo stesso tempo, Tanba-no-kami Minezawa (Dick Mine), un playboy aristocratico, si invaghisce di Oharu, anche se prima di conquistare la ragazza deve conquistare i favori del padre di lei, fabbricante di ombrelli (Shimura Takashi). Allo scopo di poter soddisfare la propria passione per l’antiquariato, il padre cede la mano di Oharu, per farla diventare la concubina di Minezawa, in cambio di 50 ryo. Di conseguenza la ragazza chiede l’aiuto di Reisaburo. Ma quando Oharu viene a sapere che l’amore del giovane è già rivolto ad Otomi, e che lui non la vuole più vedere, tutto sembra perduto - ma forse Otomi mente?

Makino ha girato questo film con un ritmo caratteristicamente vivace, mentre l’operatore Miyagawa Kazuo (che in seguito ha lavorato con Mizoguchi Kenji e Kurosawa Akira) riproduce il fascino delle tre interpreti principali in maniera non invadente, aggiungendo note visive gradevoli alle canzoni e all’azione. Anche se non coincide con la classica definizione hollywoodiana di musical, Singing Lovebirds è piacevole da vedere - e da canticchiare.

Mark Schilling
FEFF: 2006
Regia: MAKINO Masahiro
Anno: 1939
Durata: 69'
Stato: Japan

Photogallery