Far East Film Festival 20

Udine Italy April 20th/ April 28th 2018
The Film Festival For Popular Asian Cinema

CALENDARIO

Per data

LMMGVSD
    212223

Per titolo

Ricerca

AGENDA23 APRILE
Incontri
  • 10.00/10.35
    JAPAN
    "SATOSHI: A MOVE FOR TOMORROW"

    MORI Yoshitaka
    director

    MATSUYAMA Kenichi
    actor

    NOZOE Ryoko
    producer

    Moderator: Mark Schilling

    10.45/11.15
    HONG KONG

    YAN Pak-wing
    director, Vampire Cleanup Department

    CHIU Sin-hang
    director, Vampire Cleanup Department

    Moderator: Tim YOUNGS
Ospiti

Film in proiezione
Dom 23 aprile

Stampa
Invia
ATTENZIONE. Il calendario potrà subire variazioni di data e orario.
  • Teatro Nuovo Giovanni da Udine
    ore 9.00
    Lee Sung-Tae
    2016, South Korea
    Lontano dalla malavita, quella vera, un gruppo di giovani delinquenti vive alla giornata rubacchiando e arrangiandosi. Quando Jin-il e la sua ragazza Ga-young fregano l’auto sbagliata, si trovano sotto il giogo di un piccolo boss che per farsi ripagare fa lavorare la ragazza nel suo karaoke bar. Jin-il, disperato, farà di tutto per riscattarne la libertà. Violenza, dramma, amore e passione sono solo una deviazione nella vita di questi angeli perduti.

  • Teatro Nuovo Giovanni da Udine
    ore 10.45
    Ogigami Naoko
    2017, Japan
    La madre dell'undicenne Tomo vive di espedienti fino a che decide di rinunciare alla figlia. Tomo, ormai sola, si trasferisce dallo zio Makio. Questo vive con la sua fidanzata Rinko che, nata uomo è ora un transessuale e lavora come badante. Tomo inizialmente è un po' confusa dalla situazione ma poi inizierà a vivere con la coppia come fossero una calorosa famiglia. Una dramedy dai tratti lievi e surreali sul potere degli affetti, della famiglia e del lavorare a maglia!

  • Teatro Nuovo Giovanni da Udine
    ore 13.10
    Neal Wu
    2016, Taiwan
    Guan Ming-lu è un normale liceale a cui piace la graziosa Xin-rui. Inizia quindi a corteggiarla: ci sono gite in campagna, risse con alcuni duri locali, persino un corteggiatore rivale, ma alla fine i due si mettono insieme! La fine del liceo però è vicina e i piani per il futuro diversi: lei andrà all'università a Taipei, lui in una scuola più vicina a casa. Una storia d'amore giovanile e nostalgica sulla falsariga del successone You Are the Apple of My Eye.

  • Teatro Nuovo Giovanni da Udine
    ore 15.10
    Stanley Tong
    2017, China
    Jack, un famoso archeologo, il suo team e una bella collega indiana sono alla ricerca di un antico tesoro in Tibet quando sono attaccati da un gruppo di mercenari. Usando la sua vasta conoscenza della storia e del kung fu, Jack intraprende una corsa intorno al mondo per vincere la caccia al tesoro e salvare un’antica cultura. Ritmo, avventura, colore e comicità: il tornado Jackie Chan colpisce ancora! Il leone non ha perso il pelo e neanche il vizio.

  • Visionario, Via Asquini 33
    ore 15.15
    Hui Ann
    2012, Hong Kong
    Deanie Ip (Coppa Volpi a Venezia 2011) è la domestica Ah Tao, che si prende cura del produttore Roger Lee, interpretato da Andy Lau, ultimo discendente della famiglia per cui ha prestato servizio per sessant’anni. Il destino però scombinerà la loro tranquilla routine. Con A Simple Life, uno dei più apprezzati film hongkonghesi post ‘97, Ann Hui si è ispirata a una storia vera per raccontare con grazia, delicatezza e grande ironia una emozionante e tenera inversione di ruoli.

  • Teatro Nuovo Giovanni da Udine
    ore 17.15
    Um Tae-hwa
    2016, South Korea
    Soo-rin è una ragazza indipendente e solitaria che dopo la perdita della madre si trasferisce col patrigno su una piccola isola. Qui trova un nuovo gruppo di amici e decidono di esplorare una grotta legata a molte leggende locali. Nella grotta scoprono quello che sembrerebbe un uovo di dinosauro. Quando Soo-rin ritorna indietro scopre che i suoi amici sono svaniti nel nulla. Fantasy che celebra la fantasia come forza salvifica: il mondo salvato dai ragazzini.

  • Visionario, Via Asquini 33
    ore 17.30
    Soi Cheang
    2009, Hong Kong
    Soi Cheang si è affermato come uno dei talenti più promettenti nella Hong Kong post ’97 e Accident, prodotto da Johnnie To, è uno dei film cruciali nella sua carriera, un elegante e virtuoso noir urbano incentrato su un insolito gruppo di assassini, che opera costruendo “incidenti” che non sembrino omicidi. Ma il loro perfezionismo è destinato ad alimentare una spirale paranoica: qualcuno si sta servendo degli stessi metodi per far fuori la banda?

  • Teatro Nuovo Giovanni da Udine
    ore 20.00
    Song Haolin
    2017, China
    Mr Zhu ondeggia tra il seno di fallimento e l’autodeterminazione. Non apprezzato da genitori e colleghi perché anticonvenzionale, lo sfortunato insegnante è messo a dura prova da due studenti: uno grassottello e simpatico, l’altro minuto e serioso. Scoppia un caso mediatico quando le due canaglie aiutano un’anziana. Ma è tutto oro quello che luccica? Cast eccellente e irresistibili piccoli interpreti per un divertentissimo affresco della scuola cinese.

  • Teatro Nuovo Giovanni da Udine
    ore 21.45
    Lee Soo-youn
    2017, South Korea
    Quando un paziente sotto anestesia rivela al suo medico un segreto su di un omicidio, il dottore si trova invischiato nel caso irrisolto che riguarda un serial killer. Quando il corpo di una donna decapitata viene ripescato dal fiume Han, il medico si rende conto che deve risolvere l’enigma prima che il killer capisca cosa egli conosca. Suspense hitchcockiana per un intelligente e teso thriller in cui riecheggiano le cupe atmosfere di Seven e I soliti sospetti.

  • Teatro Nuovo Giovanni da Udine
    ore 00.00
    Kongkiat Khomsiri
    2006, Thailand
    Un ragazzo ha perso la memoria in seguito ad un incidente e quando lascia l'ospedale torna nella villa di campagna della famiglia . Qui incontra non solo una gemella che non ricordava di avere ma una serie di familiari acquisiti impassibili e spaventati dalle stranezze della sorella e dall’angosciante villa ultramoderna in cui vivono. Horror onirico che accentua la stranezza del quotidiano creando un gorgo in cui non vi sono punti a cui aggrapparsi.