Far East Film Festival 20

Udine Italy April 20th/ April 28th 2018
The Film Festival For Popular Asian Cinema
Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Domenica 23 Aprile, ore 13.10

CALENDARIO

Per data

LMMGVSD
    212223

Per titolo

Ricerca

At Café 6

Le storie d’amore giovanili e nostalgiche godono da diverso tempo di una grossa popolarità presso il pubblico taiwese, ma il successone You Are the Apple of My Eye (2011) del romanziere e regista Giddens ha fatto schizzare alle stelle questa tendenza. You Are the Apple of My Eye è stato presentato al 14° Far East Film Festival ottenendo molti consensi ed è stato seguito al FEFF dalle storie taiwanesi d’amore giovanile di Café. Waiting. Love (2014), sempre tratto da un romanzo di Giddens, e dal successo popolare Our Times (2015). At Café 6 (2016), diretto da Neal Wu, si accoda al gruppo per il 19° FEFF, e l’ambientazione in un liceo, il forte accento sulla nostalgia e le scene di corteggiamento e di delusione amorosa ci risultano decisamente familiari. Il film però possiede un lato cupo che lo rende più ambizioso e oscuro di qualunque altro tipico esempio del genere.

At Café 6 si apre con il proprietario di un caffè (Leon Dai) che racconta una storia della sua adolescenza a una cliente (Sandrine Pinna) che è in crisi con il fidanzato. La storia riguarda Guan Ming-lu (Dong Zijian), un normale liceale a cui piace la graziosa e brillante Xin-rui (Cherry Ngan). Attraverso tutta una serie di circostanze, tra le quali l’incitamento del suo migliore amico Zhi (Austin Lin), Ming-lu inizia a corteggiare Xin-rui. Ci sono gite in campagna, risse con alcuni duri locali, e persino un corteggiatore rivale, e attraverso tutto ciò Ming-lu e Xin-rui riescono a mettersi insieme. Queste scene sono tenere ed efficaci, sebbene si percepisca una certa tensione di fondo. Xin-rui teme per il futuro, mentre Ming-lu trascura altri aspetti della propria vita per dedicarsi al suo nuovo amore.
Mentre la prima metà di At Café 6 risulta piacevole e dolce, la seconda parte presenta alcune spiacevoli realtà del giovane amore. La coppia si separa – lei va all’università a Taipei, lui a una scuola meno importante più vicina a casa – e subito lo strappo si fa sentire. Lei ha aspirazioni mondane, lui vuole rimanere con lei nella loro città natale, così i loro sentieri iniziano ad allontanarsi. Alcune di queste differenze emergono nel monologo interiore di Ming-lu, mentre altre sono evidenziate da scene piene di dolorosa franchezza; la disillusione della giovane coppia alla fine si manifesta in modo talmente brusco e frustrante da assumere un sapore autentico, malgrado i valori produttivi patinati e le ambientazioni piacevoli.

Come altri film dello stesso genere, At Café 6 esplora emozioni adolescenziali che ci sono familiari, ma Neal Wu dimostra che l’amore giovanile ha un suo prezzo e che può lasciare cicatrici molto profonde. Adattando il proprio romanzo in un film, Wu ottiene maggior spessore con la sua storia sentimentale nostalgica e le sue intenzioni hanno il potenziale per passare inosservate dietro i familiari, più piacevoli cliché di genere. In definitiva, il film si dirige verso luoghi incredibilmente oscuri, soprattutto se consideriamo le aspettative create dalle storie che hanno un tono simile. Tuttavia, come antidoto o persino come sovversione di questo genere tipicamente leggero e solare, At Café 6 riesce a mantenere una forte intensità emotiva.

I protagonisti sono attori compiuti malgrado la loro età. L’attore della Cina continentale Dong Zijian è stato apprezzato al Festival di Cannes per Al di là delle montagne (2015) di Jia Zhangke, mentre la hongkonghese Cherry Ngan ha ottenuto la nomination come miglior attrice agli Hong Kong Film Award per The Way We Dance (2013). Nessuno dei due protagonisti è di Taiwan – scelta strana, se consideriamo i luoghi dove il film è stato ambientato, ma il casting è sicuramente ispirato. L’interpretazione di Dong è molto sentita, mentre quella di Ngan è empatica, anche se non pienamente sviluppata. Ironia della sorte, ruba la scena ad entrambi l’attore taiwanese Austin Lin: nel ruolo di Zhi, il miglior amico di Ming-lu, Lin interpreta la parte con una recitazione carica e una mimica eccessiva, ma la profonda sincerità e l’affetto che egli nutre per Ming-lu trapassano lo schermo. Lin ha recentemente ricevuto il premio come miglior attore non protagonista ai Golden Horse Awards, quale riconoscimento per un’interpretazione che, proprio come At Café 6, è inaspettata e meritevole di uno sguardo più approfondito.
Ross Chen (www.lovehkfilm.com)
Regia: 
Neal Wu
Anno: 
2016
Durata: 
103
Stato: 
Taiwan

Photogallery

  • At Cafe 6 00
  • At Cafe 6 01
  • At Cafe 6 02
  • At Cafe 6 03
  • At Cafe 6 04
  • At Cafe 6 05
  • At Cafe 6 06
  • At Cafe 6 07
  • At Cafe 6 08
  • At Cafe 6 09
  • At Cafe 6 10
  • At Cafe 6 11
  • At Cafe 6 12
  • At Cafe 6 13
  • At Cafe 6 14
  • At Cafe 6 15
  • At Cafe 6 16
  • At Cafe 6 17
  • At Cafe 6 18
  • At Cafe 6 19
  • At Cafe 6 20
  • At Cafe 6 21
  • At Cafe 6 22
  • At Cafe 6 23
  • At Cafe 6 24
  • At Cafe 6 25
  • At Cafe 6 26
  • At Cafe 6 27
  • At Cafe 6 28
  • At Cafe 6 29
  • At Cafe 6 30
  • At Cafe 6 31
  • At Cafe 6 32