Far East Film Festival 19

Udine Italy April 21st/ April 29th 2017
The Film Festival For Popular Asian Cinema
Teatro Nuovo Giovanni da Udine
Venerdì 28 Aprile, ore 15.00

CALENDARIO

Per data

LMMGVSD
    212223

Per titolo

Ricerca

Teiichi - Battle of Supreme High

In America una volta si diceva “Ogni ragazzino può sognare di diventare presidente” (le ragazze potevano sognare di diventare First Lady). La satira politica cinica e tagliente di Nagai Akira nel film Teiichi – Battle of Supreme High (Teiichi no Kuni) ci mostra perché in Giappone non esista alcun equivalente di questa frase: nell’epoca Showa (1926-89), nella quale, come nel manga, è ambientato il film, solo gli adolescenti appartenenti all’élite possono aspirare alle sfere più alte del potere.
Tratta da un fumetto di Furuya Usamaru pubblicato dal 2010 al 2016, la storia si sviluppa in un liceo per studenti maschi che attira la crème de la crème: i rampolli svegli e ambiziosi di famiglie col pedigree. Per questi giovani virgulti la strada maestra per il futuro potere politico nazionale passa per l’ambitissima elezione a presidente del consiglio studentesco. Il protagonista del titolo, Akaba Teiichi (Suda Masaki), farà qualunque cosa eccetto uccidere pur di raggiungere questo altissimo status.
 
Dal momento che si tratta di un adattamento destinato al pubblico mainstream, e non un sobrio trattato politico, il trattamento filmico è comicamente esagerato, con un sottotesto gay che è tutto fuorché delicato. E tuttavia il film non si sviluppa in un contesto socioculturale di fantasia: magari i ragazzi agiscono allo stesso modo dei loro rispettivi personaggi manga, ma rappresentano comunque caratteri reali del mondo politico giapponese, dove le élite dorate governano e le fazioni ingaggiano intrighi contorti e doppi giochi, esattamente come facevano i loro padri e i loro avi.
Incontriamo per la prima volta Teiichi come docile studente del primo anno che deve stringere alleanza con i sempai (studenti anziani) giusti, se vuole coltivare una qualsiasi speranza di raggiungere il suo obiettivo ultimo: diventare primo ministro e dare avvio al suo personale Paese.
Sostenuto dal vistoso aiutante Sakakibara Komei (Shison Jun), che ha progetti romantici su di lui, Teiichi incensa senza pudore Himuro Rorando (Mamiya Shotaro), un ragazzo altezzoso con lunghi capelli biondi che è candidato alla presidenza del consiglio studentesco, oltre a essere un grande combattente nelle risse di strada.

Il principale antagonista di Himuro è Morizo Okuto (Chiba Yudai), un occhialuto genio dello shogi (scacchi giapponesi) la cui proposta per una forma più democratica di governo studentesco lo rende immediatamente popolare. Quando le probabilità che Himuro, prima a un passo dalla vittoria, venga eletto si sgretolano, Teiichi smette di leccargli metaforicamente i piedi (come mostra la locandina del film) e da cane fedele diventa un topo che abbandona la nave che affonda.
Meglio conosciuto come regista di spot per la televisione, Nagai dirige con un approccio stilizzato e teatrale che funziona bene con questa storia surreale e borderline. In effetti, sotto ogni aspetto – le uniformi antiquate (che sembrano ispirarsi a quelle dell’esercito prussiano del XIX secolo), la rigidità delle posture e le dichiarazioni gridate dei partecipanti – le procedure del consiglio studentesco richiamano in modo raccapricciante Il trionfo della volontà, il classico documento della messa in scena fascista del 1935. E, al di là dell’ovvia satira sul processo politico, il film scava nelle cupe realtà della psiche di questi adolescenti politicanti più profondamente di quanto potrebbero suggerire le fonti di riferimento destinate al pubblico giovanile.

Nel ruolo di Teiichi, Suda Masaki è un Machiavelli dai capelli lisci e dalla mascella prominente, sempre intento a ordire complotti e a fare calcoli a vantaggio del numero uno. La sua palese ambizione, però, nasce da un trauma infantile: è diventato determinato a comandare dopo che il suo autocratico padre gli ha vietato di suonare l’amato pianoforte. Ma, come la sua dolce e infinitamente paziente innamorata (Nagano Mei) sa, quel bambino dalle inclinazioni artistiche esiste ancora, per quanto Teiichi cerchi di soffocarlo.
E lo stesso, immagino, accadeva per il pittore che si celava dentro l’animale politico definitivo – Adolph Hitler.

Mark Schilling
Regia: 
Nagai Akira
Anno: 
2017
Durata: 
118
Stato: 
Japan

Photogallery

  • Teiichi - Battle of Supreme High 00
  • Teiichi - Battle of Supreme High 01
  • Teiichi - Battle of Supreme High 02
  • Teiichi - Battle of Supreme High 03
  • Teiichi - Battle of Supreme High 04
  • Teiichi - Battle of Supreme High 05
  • Teiichi - Battle of Supreme High 06
  • Teiichi - Battle of Supreme High 07
  • Teiichi - Battle of Supreme High 08
  • Teiichi - Battle of Supreme High 09
  • Teiichi - Battle of Supreme High 10
  • Teiichi - Battle of Supreme High 11
  • Teiichi - Battle of Supreme High 12
  • Teiichi - Battle of Supreme High 13
  • Teiichi - Battle of Supreme High 14