Party ‘Round the Globe

Party ‘Round the Globe
t.l. Festa attorno al globo
地球はお祭り騒ぎ (Chikyu wa Omatsurisawagi)

Japan, 2018, 117’, Japanese
Directed by: Watanabe Hirobumi
Script: Watanabe Hirobumi
Photography (b&w): Bang Woohyun
Editing: Watanabe Hirobumi
Music: Watanabe Yuji
Executive Producers: Watanabe Hirobumi, Watanabe Yuji 
Production Company: Foolish Piggies Films 
Cast: Imamura Gaku, Ringo, Watanabe Hirobumi

Date of First Release in Territory: March 10th, 2018
Premiere status: Italian Premiere


Nel quarto film di Watanabe Hirobumi, Party ‘Round the Globe, ritorna Imamura Gaku, l’alto e impassibile interprete di Poolside Man del 2016. E ancora una volta il personaggio interpretato da Imamura, Honda, non proferisce parola dall’inizio alla fine della storia, mentre Watanabe, che veste di nuovo i panni del suo collega e amico, snocciola monologhi comici mentre Imamura guida. 

Party ‘Round the Globe, però, non è solo una rivisitazione; pur basandosi sull’opera precedente di Watanabe aggiunge nuove prospettive ai cliché ormai familiari. In altre parole, si tratta dello stesso caleidoscopio, da cui però scaturiscono forme nuove. 
Come il bagnino di Poolside Man, Honda è un tipo solitario che fa un lavoro ripetitivo (assembla componenti in una piccola fabbrica di elettronica) e conduce un’esistenza monotona: ogni giorno legge il giornale, ascolta le notizie, porta fuori il cane, stende la biancheria e bagna le piante. Ogni giorno in fabbrica esce a fumare una sigaretta e ogni giorno il suo collega Hirayama (Watanabe) cerca senza successo di intavolare una conversazione con lui. 

A differenza, però, del protagonista di Poolside Man, ossessionato dalle notizie sulla guerra e sul terrorismo in Medio Oriente, Honda non è una polveriera in procinto di esplodere. Come vediamo nei flashback, una volta conduceva una vita felice con la moglie e la figlioletta (interpretata da Hisatsugu Riko, collaboratrice abituale di Watanabe), ma per ragioni che non vengono spiegate ora vive da solo col cane ed è probabilmente depresso (ma con Honda è difficile esserne sicuri). 
Inoltre, l’estetica e la struttura di questo film differiscono dal minimalismo lineare in bianco e nero di Poolside Man: il film inizia con una storia per bambini realizzata in un’animazione stravagante e multicolore, su una fabbrica che produce lune multiple e su un astronomo confuso che cerca di trovare la luna vera in mezzo a tutte quelle finte. 

La storia principale, tuttavia, è quella del viaggio che Honda e Hirayama fanno per andare a Tokyo a un concerto di Paul McCartney, nel corso del quale Hirayama, fan sfegatato dei Beatles, esprime le sue opinioni sul gruppo e su altri argomenti a caso. Come in Poolside Man, Watanabe si rivela un talento comico naturale che diverte con la sua monomania – e la sua noncuranza nei confronti dell’assoluta indifferenza di Honda. 

I monologhi sono inframmezzati da eventi che si riconducono al viaggio – o piuttosto non-eventi, visto che oltre alla routine quotidiana accade ben poco. Ma il brusio di sottofondo creato dai notiziari e gli scorci del mondo della natura, come le nuvole che Honda osserva sempre, aggiungono spessore e profondità.
Dopo il concerto, di cui non si vede nulla, Hirayama e Honda si ritirano nel loro hotel economico dove Hirayama si proclama “folgorato” dal genio di Paul, festeggia con una birra ghiacciata e invita Honda alla festa per il centesimo compleanno di sua nonna.  

Honda, come al solito, risponde col silenzio, ma poi si presenta alla festa. Con il tema del film in sottofondo (composto da Yuji, il fratello di Watanabe: un motivo semplice e dolce come quello di un carillon per bambini), vediamo lo svolgersi della festa e Honda sorridere e chiacchierare con la vera nonna di Watanabe. Non siamo in grado di sentire ciò che dice, ma il calore del momento ci giunge forte e chiaro. Il messaggio è: “Give peace a chance”.

FILMOGRAFIA SELEZIONATA 
2013 – And the Mud Ship Sails Away...
2015 – 7 Days
2016 – Poolside Man
2018 – Party ‘Round the Globe
2018 – Life Finds a Way
2019 – Cry
2020 – Kamata Prelude (segment)
2020 – I’m Really Good
Mark Schilling
Regia: Watanabe Hirobumi
Anno: 2018
Durata: 117'
Stato: Japan
03/07 - 15:00
Far East Film Festival Online
03-07-2020 15:00 03-07-2020 16:56Europe/Rome Party ‘Round the Globe Far East Film Festival Far East Film Festival OnlineCEC Udine cec@cecudine.org
Disponibile in tutto il mondo per tutta la durata del Festival

Photogallery