Il box office di Hong Kong nel 2018: un certo presentimento (di nuovo)

Negli ultimi due anni l’industria cinematografica hongkonghese ha beneficiato dell’entrata in scena di venti nuovi registi, ma la loro presenza non ha influito sui risultati complessivi del botteghino. Anche se il prezzo del biglietto è aumentato del 5% rispetto al 2017 e l’incasso totale dei botteghini per il 2018 è cresciuto del 5,54% (da 1,85 a 1,96 miliardi di dollari hongkonghesi), gli importi complessivi riferiti ai film di Hong Kong sono rimasti pressoché identici a quelli del 2016. Il numero di film riconosciuti come hongkonghesi dalla Hong Kong Film Awards Association (HKFAA), è sceso da 65 nel 2017 a 54 nel 2018. Per quanto riguarda i risultati al botteghino è stato registrato un leggero calo, da 255 milioni di HK$ nel 2017 a 250 milioni nel 2018. Questi dati hanno determinato un ulteriore calo della quota di mercato del cinema locale, passata dal 14% nel 2017 al 13% nel 2018.

Il 50% del botteghino del Capodanno Lunare si deve a titoli locali come Agent Mr. Chan, la commedia in stile 007 del nuovo regista Jeff Cheung, che è stato il film hongkonghese più redditizio dell’anno. Il periodo del Capodanno Lunare rappresenta comunque la fonte di incasso principale dell’intero anno, con sei film che hanno raccolto complessivamente 98 milioni di HK$, ovvero quasi il 40% del botteghino annuale. Cinque dei sei film usciti per il Capodanno Lunare sono entrati nella classifica generale dei 10 film campioni di incasso dell’anno.

I primi sei mesi del calendario lunare sono stati piuttosto insignificanti per il cinema di Hong Kong. Tra marzo e luglio, un periodo che comprende Pasqua e la stagione estiva, sono usciti 21 titoli che hanno incassato quasi tutti meno di cinque milioni di HK$. L’unica eccezione è stata il melodramma di Chan Tai-lee Tomorrow Is Another Day, uscito dopo che i protagonisti Teresa Mo e Ling Man-lung hanno vinto gli Hong Kong Film Awards a metà aprile. Alla fine il film ha incassato 6,05 milioni di dollari hongkonghesi.

Al di fuori del periodo del Capodanno Lunare, il pubblico locale ha apprezzato soprattutto i polizieschi e i film d’azione, due generi ai quali appartengono quattro dei cinque titoli rimanenti nella Top Ten hongkonghese dei film di maggior incasso dell’anno. Più importante è il cast, migliori sono i risultati al botteghino: questo spiega perché Project Gutenberg di Felix Chong, che schiera due interpreti di prim’ordine come Chow Yun-fat e Aaron Kwok, abbia incassato quasi 35 milioni di HK$. Il film ha fatto la parte del leone agli Hong Kong Film Awards, vincendo in 17 categorie sulle 19 alle quali era candidato. Un altro fortunato esempio di film di genere è L Storm di David Lam, terzo episodio della saga Storm sul tema della lotta alla corruzione, con Louis Koo e Cheung Chi-lam, che ha incassato 17,55 milioni di HK$.

Lo scorso anno il 40% dei film di Hong Kong sono stati diretti da registi esordienti. La sorpresa al botteghino è stata Men on the Dragon, debutto alla regia dello sceneggiatore Sunny Chan incentrato su un gruppo di colleghi di mezza età che entrano in un team di dragon boat per evitare di essere licenziati. Per quanto il film non sia mai arrivato ai vertici della classifica settimanale, è piaciuto molto alla classe operaia e ha incassato in totale oltre 15,7 milioni di HK$. Altri due esordienti i cui film nel quarto trimestre del 2018 hanno incassato oltre 5 milioni di HK$ sono Jevons Au, che ha diretto il caldo dramma Distinction e Jun Li, che ha realizzato il film a tematica transessuale Tracey. Altri registi esordienti sono ancora in attesa del loro primo successo di botteghino.

Nel 2018 a Hong Kong il successo del cinema della Cina continentale e di Taiwan ha segnato un’inversione di tendenza. Sono usciti solo otto titoli taiwanesi, ma il remake taiwanese del melodramma coreano More than Blue ha conquistato le nuove generazioni e regalato un po’ di romanticismo a Natale, incassando 20 milioni di HK$. Considerato che Operation Red Sea è stato classificato come produzione locale dall’HKFAA, sono stati in tutto 15 i film della Cina continentale usciti in sala a Hong Kong lo scorso anno, ma di questi soltanto Hidden Man di Jiang Wen è riuscito a superare il milione di dollari hongkonghesi di incasso. Tra i 15 titoli figurano blockbuster della Cina continentale come Detective Chinatown 2, The Ex-File 3: The Return of the Exes e Hello Mr. Billionaire, ma nessuno di loro ha incassato più di 0,2 milioni di dollari hongkonghesi. Il pubblico locale accoglie perlopiù favorevolmente le produzioni provenienti dalla Cina continentale.

Nel 2018 i film coreani hanno continuato la loro ascesa, con i due episodi della serie Along with the Gods del regista Kim Yong-hwa, interpretati da Ha Jung-woo, che hanno incassato rispettivamente 54,25 e 48,53 milioni di dollari hongkonghesi. L’incasso totale è stato pari a 119 milioni di HK$ per un totale di ventidue titoli coreani. Va detto però che solo otto di questi film hanno incassato più di un milione di dollari hongkonghesi.

Per il cinema di genere, si passa da film a sfondo sociale, come 1987: When the Day Comes (HK$ 3,95 milioni), a un film dell’orrore come Rampant (HK$ 2,70 milioni). È interessante notare poi che lo scorso anno a Hong Kong sono stati distribuiti circa 70 film giapponesi, un terzo dei quali erano film d’animazione. L’incasso totale per il cinema nipponico è stato pari a 82 milioni di HK$ e il film Doraemon the Movie: Nobita’s Treasure Island, doppiato in cantonese,è stato in testa al botteghino dei film giapponesi a Hong Kong, diventando il primo film di Doraemon in 2-D a incassare più di 10 milioni di HK$. Sono usciti anche cinque film thailandesi, ma l’unico che si è fatto notare al botteghino è stato la commedia Brother of the Year, che ha incassato oltre 9 milioni di HK$.

Nel 2019 il Capodanno Lunare è arrivato molto presto e l’anno si è aperto con un totale di cinque film hongkonghesi per il periodo festivo. Sia Integrity, opera di Alan Mak sul tema della lotta alla corruzione, sia New King of Comedy di Stephen Chow e Herman Yau, prevedono di incassare rispettivamente più di 33 milioni e di 22 milioni di dollari hongkonghesi. È incoraggiante notare che quest’anno la quota di mercato per il cinema di Hong Kong durante il Capodanno Lunare è cresciuta del 60%. Se tutto va come deve andare, film molto apprezzati come Still Human di Oliver Chan e Three Husbands di Fruit Chan arriveranno nelle sale prima di Pasqua e tali film di alta qualità dovrebbero convincere il pubblico a fidarsi maggiormente dell’offerta locale. C’è la possibilità che la quota di mercato cresca ancora nel 2019.

La Top Ten dei film di Hong Kong
al botteghino nel 2018

Posizione Titolo Regia Data di Uscita Botteghino
1 Agent Mr. Chan Jeff CHEUNG 15 Feb 2018 $ 45,26m
2 Project Gutenberg Alan MAK 04 Oct 2018 $ 34,57m
3 A Beautiful Moment Patrick KONG 15 Feb 2018 $ 17,58m
4 L Storm David LAM 23 Aug 2018 $ 17,55m
5 Monster Hunt Raman HUI 16 Feb 2018 $ 16,38m
6 Master Z: The Ip Man Legacy YUEN Woo-ping 23 Dec 2018 $ 15,90m
7 Men on the Dragon Sunny CHAN 02 Aug 2018 $ 15,69m
8 Golden Job CHIN Ka-lok 20 Sep 2018 $ 10,98m
9 The Monkey King 3 Soi CHEANG 15 Feb 2018 $ 9,13m
10 Operation Red Sea Dante LAM 01 Mar 2018 $ 8,83m
Ryan Law