Gold Boy

European Premiere | In Competition

 

Le storie di finzione su adolescenti che risolvono casi criminali risalgono ai gialli degli Hardy Boys e di Nancy Drew, del periodo prebellico e dopo. Tratto da una serie di successo trasmessa in streaming sulla piattaforma cinese iQiyi, Gold Boy di Kaneko Shusuke capovolge questo schema, con un trio di adolescenti che cercano di trarre vantaggio da un duplice omicidio che uno dei tre ha accidentalmente ripreso.

Sceneggiato da Minato Takehiko, Gold Boy comprime i dodici episodi della serie ispiratrice in una storia fitta di colpi di scena e al limite del credibile, per la sua descrizione di intelligenza criminale e spietatezza minorile, ma emozionante e agghiacciante in egual misura man mano che si avvicina a un finale sorprendente.

Kaneko ha diretto anche, nel 1988, l’acclamato fantasy soprannaturale Summer Vacation 1999, in cui delle ragazze interpretano tre maschi adolescenti che trascorrono l’estate da soli all’interno del loro convitto – dove si imbattono nel doppelganger di un loro compagno di classe morto suicida. Il regista, che era stato elogiato per la sua direzione del giovane cast, anche per Gold Boy è riuscito a ottenere dai tre protagonisti delle interpretazioni intense, in particolare da Hamura Jinsei che veste i panni dello psicopatico capobanda Amuro Asahi. Ma l’onirica androginia del film precedente, qui lascia il posto a uno sguardo più crudo su ragazzini che vivono ai margini della società nella prefettura semitropicale di Okinawa, la più povera del Giappone.

All’inizio però la storia si concentra su Azuma Noboru (Okada Masaki), infelicemente sposato con Shizuka (Matsui Rena), la figlia di un uomo ricco, che lo tradisce con un nerboruto tatuatore. Il metodo che Noburu sceglie per vendicarsi è al contempo radicale e malvagio: dopo aver attirato gli anziani suoceri su una scogliera dove i due molto tempo prima si erano giurati eterno amore, li spinge giù dal dirupo e più tardi, con le lacrime agli occhi, racconta alla polizia che si e trattato di un orribile incidente.

In un’altra scena, mentre l’amorevole madre divorziata (Kuroki Haru) è al lavoro, il tredicenne Asahi (Hamura) riceve la visita dell’amico delinquente Hiroshi (Maede Yoji) e della sua sorellastra Natsuki (Hoshino Anna), entrambi in fuga dopo che Natsuki ha accoltellato il patrigno violento. Con calma Asahi le garantisce che, anche se lo ha ucciso, la polizia non può arrestarla perché è minorenne.

Asahi sa di cosa sta parlando, perché la seconda moglie di suo padre (Kitamura Kazuki) lo accusa rabbiosamente di aver ucciso sua figlia, una sua compagna di classe. Sembra che la ragazza si sia suicidata dopo aver perso una competizione accademica con Asahi, ma la madre gliene attribuisce comunque la responsabilità. Qual è la verità? Dopo un pasto pagato con soldi che Hiroshi ha rubato minacciando con un coltello un gruppetto di ragazzi per strada, Asahi prova la nuova videocamera di Natsuki sulla spiaggia ma si accorge di aver ripreso qualcosa di strano: due figure che cadono da una scogliera. Rendendosi conto che si tratta della prova di un omicidio, invece di andare alla polizia, convince Hiroshi e Natsuki a unirsi a lui per estorcere del denaro al colpevole.

“I soldi risolveranno i nostri problemi”, dice loro con freddezza Asahi.

Riuscirci però non è semplice. Noboru si rivela un obiettivo complicato, ed è difficile anche liberarsi di un ostinato detective (Eguchi Yosuke) che è zio di Shizuka. Nel frattempo Natsuki si innamora di Asahi – e diventa il suo strumento per perpetrare ulteriori crimini.

In una storia criminale di ragazzini contro adulti, l’inclinazione naturale sarebbe quella di tifare per i primi, ma l’amorale e subdolo Asahi non è esattamente il più limpido degli eroi. Che lo si ami o lo si odi, lui indubbiamente contribuisce a rendere Gold Boy non tanto l’appagamento di un desiderio da adolescenti (anche se a molti di essi il film sicuramente piacerà) quanto un avvincente studio sul male, a partire dalla giovinezza fino alla piena e fatale maturità.

Mark Schilling
Regia: KANEKO Shusuke
Anno: 2023
Durata: 128'
Stato: Japan
01/05 - 10:25
Teatro Nuovo Giovanni da Udine
01-05-2024 10:25 01-05-2024 12:33Europe/Rome Gold Boy Far East Film Festival Teatro Nuovo Giovanni da UdineCEC Udine cec@cecudine.org

Photogallery