Far East Film Festival 26

Al via, lunedì 5 febbraio, la campagna accrediti – Tariffa speciale Early Bird!

 

La nuova immagine del FEFF porta ancora una volta la firma del graphic designer Roberto Rosolin.

Camminare dentro una città. Può essere Hong Kong, può essere un puntino nella mappa del Sudest asiatico. Camminare e prendersi il tempo di alzare gli occhi, facendo scivolare lentamente lo sguardo sulle finestre delle case e dei palazzi. Ogni finestra contiene una vita, ogni vita contiene una storia. Piccola o grande non importa. Perché tutte le storie aspettano solo di essere raccontate, ascoltate, condivise...

La nuova immagine del Far East Film Festival di Udine, realizzata ancora una volta dal graphic designer Roberto Rosolin, si muove poeticamente sulla linea della metafora: il FEFF è una città che trabocca di vite, di storie e, certo, di cinema. Una città fatta su misura tanto per la curiosità vorace del turista quanto per la curiosità meticolosa del viaggiatore. E se il countdown della 26ª edizione ha appena iniziato a ticchettare (i riflettori internazionali, ricordiamo, si accenderanno dal 24 aprile al 2 maggio), la campagna accrediti 2024 è già pronta ad essere operativa!

Da lunedì 5 febbraio a lunedì 4 marzo, dunque, sarà possibile acquistare online il proprio accredito Red Panda o White Tiger (anche nella versione per gli under 26) con tariffa speciale Early Bird. I pacchetti Press e Black Dragon saranno invece disponibili a prezzo intero. Info dettagliate sulla pagina accrediti.
 
Attesissimo a Udine nelle sedi storiche del Teatro Nuovo e del Visionario, il Far East Film Festival 26 offrirà 9 giorni di full immersion dentro il cuore d’Oriente: film, dive e divi sul red carpet, incontri, presentazioni, mostre, senza contare gli oltre 100 eventi “a tema” disseminati nel centro della città. La città reale, con le sue vie e le sue piazze, e la città metaforica, dove i turisti e i viaggiatori possono alzare gli occhi, sfiorare il verde di qualche albero, dove gli alberi crescono ancora, salire fino al vetro di una finestra e ritrovarsi magicamente altrove…